Cresce il numero degli acquisti che si effettuano tramite gli strumenti messi a disposizione della Consip. Nei primi mesi del 2019 sono stati oltre 9,4 miliardi gli acquisti fatti nell’ambito del programma di razionalizzazione degli acquisti che Consip gestisce per conto del ministero dell’Economia e delle Finanze. Il risultato al 30 settembre segna un incremento del +19% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Un’offerta ampia e differenziata che fa segnare, al 30 settembre 2019, sempre più utilizzatori: per esempio le amministrazioni, con quasi 92 mila “centri di spesa” abilitati al sistema, hanno concluso 465 mila ordini d’acquisto attraverso almeno una delle 96 iniziative attive (di cui l’80% presenta requisiti “green”). Ma anche i fornitori aggiudicatari di gare o abilitati agli strumenti Consip sono oltre 130 mila e di questi il 99% sono micro, piccole e medie Imprese.

Per quanto riguarda gli strumenti di acquisto, è stato di 3,1 miliardi di euro (+13% rispetto allo stesso periodo del 2018) il valore acquistato su convenzioni e accordi quadro, corrispondenti a circa 65 mila ordini. Per quanto riguarda, invece, gli strumenti di negoziazione: è di 3,2 miliardi di euro (+25% rispetto allo stesso periodo del 2018) il valore degli acquisti sul mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa), corrispondenti a 400 mila contratti conclusi. Mentre è di 2,8 miliardi di euro (+13% rispetto allo stesso periodo del 2018) il valore degli acquisti sul Sistema dinamico d’acquisto della PA (Sdapa), corrispondenti a oltre 300 appalti specifici banditi.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *