Appalti Verdi nella Pubblica Amministrazione

Appalti Verdi o Acquisti Verdi

Servizio di Abilitazione

Quando si parla di Appalti Verdi o Acquisti Verdi (Green Public Procurement – GPP), si fa sostanziale riferimento alla Strategia europea per l’economia circolare che prevede un ruolo fondamentale per le Pubbliche Amministrazioni nella promozione dell’eco-innovazione di prodotti e servizi e nell’incremento del riutilizzo dei materiali attraverso le pratiche di appalti verdi e acquisti verdi.
Parlando di Appalti Verdi (Acquisti Verdi – GPP) ci si riferisce altresì all’attuazione della procedura Europea di Green Public Procurement (GPP), che le Amministrazioni pubbliche europee sono tenute ad osservare: come sarà illustrato a seguito, dal 2016 in Italia nascono una serie di precisi obblighi in materia di GPP in seguito all’approvazione del Collegato ambientale della legge di stabilità 2014 (nel dicembre 2015).
Le Pubbliche amministrazioni sono quindi al centro di un percorso virtuoso di appalti e acquisti volti alla diminuzione dell’impronta ambientale dei beni e servizi messi in gara, in un percorso di crescita della sostenibilità nelle relazioni tra mondo pubblico e mondo privato.

Acquisti Verdi (GPP) nella Legge 221/2015 (Collegato ambientale alla legge di stabilità 2016)

Per favorire la diffusione del GPP negli appalti pubblici, il Collegato alla legge di stabilità 2016 recante disposizioni in materia ambientale (approvato a dicembre 2015 con la Legge 221/2015, GU 18 gennaio 2016 ed in vigore dal 2 febbraio 2016) contiene indicazioni per promuovere misure di green economy.
In riferimento al GPP (Acquisti Verdi, o Appalti Verdi), nel Collegato si stabilisce l’obbligo di costruzione delle gare d’appalto di beni e servizi per le PA secondo i Criteri Ambientali Minimi (CAM) per tutti i prodotti “energy related” (lampadine e corpi illuminanti, PC, servizi energetici per gli edifici), e per almeno il 50% del valore delle altre gare d’appalto (servizi gestione rifiuti urbani, toner, gestione verde pubblico, carta per copia, ristorazione collettiva, servizio di pulizia e prodotti per l’igiene, prodotti tessili, arredi per ufficio).

Ad oggi esistono oggi CAM per diverse categorie di prodotti e servizi, quali:
1. Apparecchiature elettroniche per ufficio
2. Arredi per ufficio
3. Aspetti sociali negli appalti pubblici
4. Carta
5. Cartucce per stampanti
6. Illuminazione pubblica
7. Pulizia e prodotti per l’igiene
8. Rifiuti urbani
9. Ristorazione collettiva e derrate alimentari
10. Serramenti esterni
11. Servizi energetici per gli edifici (illuminazione, climatizzazione)
12. Tessili
13. Veicoli
14. Verde pubblico
15. Arredo Urbano

Per le Aziende in possesso di certificazione ambientale EMAS o di una certificazione ai sensi della norma UNI EN ISO 14001 il Collegato Ambientale prevede una facilitazione all’accesso agli appalti per la fornitura di beni e servizi green alle PA.

Offri servizi specifici in questo settore?

Vuoi partecipare a un bando? Contattami subito!

Se hai problemi con il form di contatto
Chiamami

3461887267

Puoi anche inviarmi una mail

info@gabrielesisofo.it